UNA GIORNATA COME TANTE – l’11 dicembre 2021- notizie che sfuggono a What’sappa e Facebook, ma utili tra qualche tempo

* Amazon sanzionata anche dall’antitrust italiano per gli abusi alla concorrenza: discrimina i venditori che non utilizzano la sua logistica.
* la Cop 26 ha stabilito un freno ai combustibili fossili: l’Italia spende per le missioni militari per proteggere l’Eni (ultimi 4 anni: 2,4 mld).
* Letta partecipa ad Atreju: era meglio se vedeva la Meloni in privato.
° A Guantanamo cii sono ancora, dal 2002, 39 detenuti!
* Biden al summit per la democrazia: occorre difenderla, finanziamenti anti corruzione e alla libertà di stampa: ma chiede l’estradizione di Assange.
* 1982, a Roma attentato alla sinagoga (muore un bimbo di 2 anni e 37 feriti: i servizi sembra che avessero le previsione. Insomma il governo sapeva?
* La procura ha chiesto l’archiviazione del caso dei “due marò” che hanno ucciso due pescatori indiani.
* Gli Usa, per anticipare la Cina, sono già al G6.
* La Cina comprime Alibaba, Tencent, Didi (per salvare il regime).
* Un’osservazione condivisibile: la rete va portato sotto lo Stato, ma associando privati affidabili per dare alla struttura velocità ed efficienza.
* Antitrust: Vestager e Khan dialogo con Usa sulle concessioni tech.
* Per battere la guerra tech, la CIA fa accordi con il privato.
* La pandemia aveva prodotto la caduta di rame, petrolio. Oggi siamo in grandissima ripresa: materie prima, terre rare, petrolio vengono riprese alla grande: il Gren dovrà pazientare…
* Usa i migranti vengono rimandati in Messico e nei campi le pesche marciscono.
* Osservatore Romano: il papa usa la parola (dell’epoca di transizione) “rapidazione” (stupendo); anche articoli “Oltre il muro d’incenso” e su Pavese “la necessità della Beatrice dantesca”.

Categorie: Asterischi

Giancarla Codrignani

Giancarla Codrignani è docente e giornalista. Si è sempre interessata di analisi politica. Esperta di problemi internazionali e di conflitti, è stata per tre legislature, nel gruppo storico della Sinistra Indipendente, parlamentare della Repubblica, impegnando la sua competenza nelle scelte politiche pacifiste e – laicamente – di area cattolica. Ha partecipato al movimento femminista e ha continuato ad essere coinvolta nelle problematiche di genere nell’amministrazione di Bologna e nell’Associazione Orlando. Scrive su Noi Donne e pubblica saggi e interventi politici su giornali e riviste anche on-line.