SONO INTOLLERANTE?
Giancarla Codrignani
Ho paura di diventarlo. Ma non mi riesce di accettare la mia stessa filosofia, quella che “viviamo tutti nel 2022” e quindi dobbiamo accettare il livello raggiunto. Solo che si potrebbe fare di meglio se non fossimo così ignoranti.
A partire da noi stessi: chi sapeva che ci sono donne che sono nate con qualcosa in mezzo alle gambe che non è loro? oppure lo è, ma non ci possono fare molto se non cure pesanti. E diciamo di conoscere la “natura”.
Vendana Shiva – chi non l’ha sempre amata?- dice sintetizzando la sua interpretazione della politica di Berlinguer (che c’entra poco) dice “Se i giovani si organizzano, si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi, non c’è scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull’ingiustizia”. Cara, ma il “si organizzano”, il “lottano”, le “ingiustizie a danno dei lavoratori” passano tutte attraverso “ogni ramo del sapere”. A partire dagli amati – e incapaci – Verdi e anche la brava Greta Thunberg (che ha dedicato un anno a girare il mondo per diffondere la “fede” perdendo un anno di scuola), quelli dei cortei e della manifestazioni, che cosa “sanno” dei problemi e delle conseguenze impreviste? Perché Draghi, parlando d’altro, ha detto la cosa giusta: o la pace o il condizionatore.

Categorie: Asterischi

Giancarla Codrignani

Giancarla Codrignani è docente e giornalista. Si è sempre interessata di analisi politica. Esperta di problemi internazionali e di conflitti, è stata per tre legislature, nel gruppo storico della Sinistra Indipendente, parlamentare della Repubblica, impegnando la sua competenza nelle scelte politiche pacifiste e – laicamente – di area cattolica. Ha partecipato al movimento femminista e ha continuato ad essere coinvolta nelle problematiche di genere nell’amministrazione di Bologna e nell’Associazione Orlando. Scrive su Noi Donne e pubblica saggi e interventi politici su giornali e riviste anche on-line.