AUGURI 2024: torniamo a fare politica raccontandoci che quelli che ci sono, sono partiti e andiamo a dargli qualche idea. Se la troviamo (altrimenti bisogna aspettare le manifestazioni esplicite di fascismo, se resta la libertà i stampa).

*****

Riflessione della Befana: Sarebbe l’arrivo dei “Magi” (il testo originario greco dice “Maghi”, a cui fu tolta l’acca perché “mago” era poco decoroso) ad adorare il bambino: vengono da pagani, ritornano da pagani alle loro tradizioni, ma sono i primi a riconoscere la divinità di Gesù. Se “epifania” significa “rivelare”, la nuova verità è l’uguaglianza che comprende le differenze.

*****

Il Governo “per la famiglia”: concede due mesi di congedo per “la cura della famiglia! All’80% dello stipendio.

*****

Il Governo contro il servizio civile: i fondi relativi sono stati ridotti da 311 m. A 111 e i posti disponibili sono passati da 71.550 a 52236. Speriamo che a La Russa non venga in mente di far pagare al contribuente qualche corso militarista.

*****

Il Governo non regola più i prezzi del gas: mercato libero e numero verde per le informazioni. Bonus per gli svantaggiati. Non ci saranno interruzioni, ma ai prezzi del venditore.

*****

Italia: Auto: vendite in salita (Repubblica, 3 gennaio 2024)

*****

Il Sole24Ore nella stessa pagina (pag.15 del 31.01.’23) Dice il governo “In arrivo 20 mld per le imprese”. Rubrica “l’analisi”: “Politica industriale relegata ai margini”. Articolo di Bricco: “PMI italiane leader d’Europa, ma la capacità produttiva crolla”.

*****

Mica solo noi: in Canada per contrastare i tentativi di interferenze da parte di Stati ostili, a partire dalla Cina, i servizi segreti chiedono al governo di Ottawa di poter condividere più facilmente le informazioni con università e amministratori…

*****

Da un pezzo non si parlava molto del FBI. Eccola: “Davanti a sfide cibernetiche sempre più legate al contesto geopolitico l’amministrazione Biden ha scelto un approccio basato sulla collaborazione con alleati e partner. Così il Bureau ha deciso di rafforzare la squadra in Italia. A breve dovrebbe essere siglato il protocollo di cooperazione sul contrasto al crimine informatico”.

*****

Il Trattato sulle forse armate convenzionali in Europa del 1990 “era la pietra miliare dell’architettura di sicurezza europea” secondo la Nato. La Russia si è ritirata poco fa e la Nato – che ha accusato la Russia di “minare sistematicamente la sicurezza euro-atlantica – ha sospeso il Trattato. Possibile che non si sia avuto cura di mantenere le buone relazioni e la conoscenza delle reciproche responsabilità mano a mano che le situazioni si modificano?

*****

Milei, nuovo presidente argentino ha invitato Bolsonaro, non Lula al suo insediamento. Poi ha mandato una lettera ai BRICS (paesi alternativi al sistema) per dire che lui non ci sta. Meglio gli Usa e i rapporti bilaterali di mercato.

*****

Il NYTimes ha denunciato OpenAI (proprietaria di Gpt) per rivendicare i diritti sugli interventi pubblicati dall’AI, talora uguali a quelli del NYTimes. Se il giornale perde, le notizie potrebbero diventare legittime per Apple, Microsoft, Google, Oracle, Meta e le migliaia di miliardi che capitalizzano in Borsa.

*****

Indicazioni al governo di interventi ambientali: nel 2023 ci sono stati 118 nubifragi, 82 cicloni, 39 grandinate strong, 27 esondazioni, 26 mareggiate, 18 franegravi e temperatura in crescita (a fine millannio si rischiano quasi 3° in più: spaventoso. Provvedimenti (Piano di Adattamento ai Cambiamenti Climatici) ci sono dal 2028. Finanziamenti in calo: 4 mld nella prima bozza, 2.487mila definitivi…

*****

Vignetta: Il giornale “Libero” è uscito con la paginona per la Meloni, “l’uomo dell’anno”. Bisognerà fare i conti con il patriarcato linguistico dei partiti: i radicali proposero nel 1999 Emma Bonino alla Presidenza della Repubblica. Lo slogan fu “finalmente l’uomo giusto”

Vignetta super: un industriale di chiama Fiocchi e pubblicizza un albero di Natale pieno di fiocchetti colorati. Spiritosaggine banale? No, cari, l’industria del signor Fiocchi produce armi: i fiocchi natalizi incartavano un proiettile…

Categorie: Newsletter

Giancarla Codrignani

Giancarla Codrignani è docente e giornalista. Si è sempre interessata di analisi politica. Esperta di problemi internazionali e di conflitti, è stata per tre legislature, nel gruppo storico della Sinistra Indipendente, parlamentare della Repubblica, impegnando la sua competenza nelle scelte politiche pacifiste e – laicamente – di area cattolica. Ha partecipato al movimento femminista e ha continuato ad essere coinvolta nelle problematiche di genere nell’amministrazione di Bologna e nell’Associazione Orlando. Scrive su Noi Donne e pubblica saggi e interventi politici su giornali e riviste anche on-line.