Io sarò ben nemica dei social, ma se dirigessi un partito arriverei perfino a comperare indirizzi per giostrare le mia possibilità di intervento sulle “masse”. Il ritardo su questa strumentalizzazione da parte di chi ha teorizzato l’importanza dell’ “organizzazione” e del settore “stampa e propaganda”, la dice lunga: la sinistra esce dall’ambito politico non perché la gente non va più alle sezioni, ma perché al vertice non c’è stata attenzione alle trasformazioni. E dal web non nasce ancora nessun Piero Gobetti, perché per ora ci sta la destra, egemone.
E noi ancora a pensare di salvare Weimar e a leggere che ha 3 milioni e mezzo di fan e Zingaretti 250.000., meno di Gian Luigi Paragone che personalmente so chi è ma non ho mai visto. Renzi viaggia a oltre un milione (e questo a Zingaretti piace ancor meno della superiorità di Paragone.

Categorie: Asterischi

Giancarla Codrignani

Giancarla Codrignani è docente e giornalista. Si è sempre interessata di analisi politica. Esperta di problemi internazionali e di conflitti, è stata per tre legislature, nel gruppo storico della Sinistra Indipendente, parlamentare della Repubblica, impegnando la sua competenza nelle scelte politiche pacifiste e – laicamente – di area cattolica. Ha partecipato al movimento femminista e ha continuato ad essere coinvolta nelle problematiche di genere nell’amministrazione di Bologna e nell’Associazione Orlando. Scrive su Noi Donne e pubblica saggi e interventi politici su giornali e riviste anche on-line.