Dal 28 al 30 maggio del 1908 si tenne a Roma il “Primo congresso nazionale delle donne italiane” (promosso dal Consiglio nazionale delle donne italiane, costituitosi nel 1903 con la presidenza della contessa Gabriella Spalletti). Fu invitata la regina Elena che presenziò “con entusiasmo”. Dice Cristiana di San Marzano (autrice della biografia di Elena del Montenegro in Donne nella Grande Guerra, edito dal Mulino lo scorso anno) che “in quella sede si discusse di lavoro, di istruzione e di diritto di voto e si creò una storica divisione fra laiche e cattoliche: queste ultime, quando si approvò una mozione favorevole all’abolizione dell’insegnamento della religione nelle scuole, abbandonarono i lavori”. Appare estremamente interessante sapere che in quel Congresso Anna Dobelli Zampatti “nell’ambito della riforma scolastica proponeva di introdurre una nuova materia di studio: la storia sociale delle donne”. Mi appello alle amiche storiche: sono solo io che non lo sapevo? come mai continuiamo a riscoprire l’acqua calda?

g

Categorie: Asterischi

giancodri

Giancarla Codrignani è docente e giornalista. Si è sempre interessata di analisi politica. Esperta di problemi internazionali e di conflitti, è stata per tre legislature, nel gruppo storico della Sinistra Indipendente, parlamentare della Repubblica, impegnando la sua competenza nelle scelte politiche pacifiste e – laicamente – di area cattolica. Ha partecipato al movimento femminista e ha continuato ad essere coinvolta nelle problematiche di genere nell’amministrazione di Bologna e nell’Associazione Orlando. Scrive su Noi Donne e pubblica saggi e interventi politici su giornali e riviste anche on-line.